Più precisamente

Che io lavori come antropologa (come dicono quando mi presentano) è opinabile, perché in fondo…gli antropologi…chi sono? Che fanno? Fuori dall’università intendo.



Io di lavori ne faccio più di uno…cose tipo la segretaria per mio padre (stiamo chiudendo lo studio, è un ingegnere edile)… e tutto sommato in talune circostanze il bagaglio di studio antropologico mi è stato un sacco utile. Cioè forse ogni qualvolta ci fosse bisogno di interagire con l’Altro, e soprattutto quando l’Altro ad esempio sono le istituzioni…cioè quando devi interagire con un network di pratiche (più che di persone…)…anyway mi sto incartando.
Poi ogni tanto faccio qualche reportage per radio popolare. E’ parecchio però che non facevo nulla di radiofonico…cioè “era” perché recentemente sono tornata in radio e presto andrà in onda un mio servizio. L’argomento su cui mi sono spesa maggiormente è la salute mentale. E infatti anche il prossimo servizio parla appunto dei matti. Appena so quando lo mandano ovviamente lo scrivo e mi faccio pubblicità 😉
Poi sto lavorando ad un progetto su Milano diciamo, assieme ad una cara amica, cioè con la mamma di uno dei miei migliori amici. E anche questo, quando sarà pronto, lo pubblicizzerò un sacco. 😉 😉
Poi insieme a due amiche un po’ secchione, mie coinquiline a Siena (dove ho studiato), stiamo sviluppando un’applicazione.
E poi aiuto i miei che sono un po’ anzianotti.
In fondo no, non “lavoro” come antropologa…però sì in tutto quello che faccio vedo sempre distanze e difficoltà da superare e l’antropologia mi offre interessanti spunti a riguardo, cioè l’antropologia mi ha insegnato e mi aiuta a guadare le cose SEMPRE da più angolazioni.
che banalità
mai scontata però

il tizio che ha fatto la canzone qui sotto è italiano…almeno in parte…
se siamo bravi quando ci mettiamo….
ecco riascoltandola ora, non ho pensato al principe (anche se la canzone è la mia ultima dedica per te)
riascoltandola io pensavo a un altro…chiodo schiaccia chiodo? Forse
ma ricordo che si tratta sempre di relazioni che si alimentano di incontri occasionali per ora, senza alcuna garanzia, senza alcun facile conforto, anzi a volte sembra una giungla.
La mia vita è la vita di una single incallita in fondo (per un verso, perché per l’altro è solo la lunga attesa per l’arrivo del principe, quello vero…azzurro), e questo sì lo rivendico, perché imparare a cavarmela da sola mi ha fortificato e liberato dal senso di inadeguatezza e dipendenza che a volte le relazioni con gli altri impongono.

Quindi sì, anche se sei un po’ diverso da me, e anche se t’ho aspettato (solo) mezz’ora, e non tutta la vita, anche se il fatto che sei bello -devo essere sincera- un po’ mi confonde, tu hai scalzato il Principe.
non so come finirà tra di noi Mike (mai si sa prima, e quando uno ti piace parecchio le cose fanno sempre un po’ paura) ma mi hai recuperata dal buco nero, e io ho recuperato una buona dose di serenità, e questo a me già basta per esserti molto amica
(anzi moltissimo)

e cmq guarda che se secondo te sono una strafiga… forse… <3
[vimeo 102675626 w=500 h=281] <p><a href=”https://vimeo.com/102675626″>Goodbye (feat. Lyse) – Feder</a> from <a href=”https://vimeo.com/user9943936″>The Rastignac</a> on <a href=”https://vimeo.com”>Vimeo</a>.</p>

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

4 commenti

  1. Apperò… ne avessi conosciute di belle ragazze come te in chat 🙂

  2. Ma senti hai studiato a Siena?? Quanto tempo fa??
    Averlo saputo avrei avuto piacere di conoscerti 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *