tinder controindicazioni: “Squilibrato” e stalking

L’ esperimento che sto facendo (sempre su tinder ovviamente, ne parlerò una volta concluso) è lunghissimo…e mi costringe a tenere spento il mio account

recentemente però, annoiata un pomeriggio domenicale al parco con nina, l’ho interrotto e ho riacceso il mio profilo…

quando lo chiudo per un po’, e poi lo riaccendo, ogni volta noto che le connessioni  aumentano esponenzialmente: i profili, i match, le chat

siccome io sn sempre la stessa (sempre le stesse foto) non credo sia dovuto ad un mio personale successo

anyway

in pochi giorni, anzi poche ore avevo di nuovo il profilo pieno di contatti

qualche ciao

qualche come va

qualche porcata

ne ho scelto uno e mi sono messa a scrivergli

e così ho conosciuto lui, lo Squilibrato

la chat con Squilibrato inizia come la chat più normale del mondo

sembra uno che non cerca solo sesso

racconta di aver già fatto un paio di incontri, senza aver però trovato nessuna davvero interessante, cioè “persone semplici, senza paranoie che hanno voglia di evadere”

cacchio quando scrive così mi sento connessa (con lui intendo)

poi lui passa molto velocemente ai fatti

dove abiti? (abitiamo vicini -MA OVVIAMENTE NON GLI HO DETTO DOVE PRECISAMENTE- ), vediamoci per bere fuori una cosa

mi fa piacere sentirlo propositivo: solitamente prima di arrivare ad un incontro face to face ci vuole sempre un sacco di tempo

il gap che separa virtuale e reale a me piace invece dipanarlo abbastanza presto (e non mi riferisco al sesso)

 

poi mi inizia a parlare di una sua specifica preferenza

ma non sessuale, più che altro affettiva diciamo

una specifica pratica affettiva (che non dirò qual è) inserita in un normale contesto sessuale

 

anyway

 

la cosa non mi stupisce (ormai su tinder davvero poche cose riescono a stupirmi…)

 

propone di vederci la sera stessa

io acconsento anche se sono un attimo incasinata per una cena fuori

 

“alle 20 al bar e ci beviamo un caffé veloce”

 

ecco poi due ore dopo mi viene in mente che avevo già dato un appuntamento ad un tizio alle otto

(dovevo dargli una cosa di lavoro… non c’entrava con tinder o il sesso)

 

scrivo a Squilibrato che non posso, che mi dispiace ma che, se è libero, si può rimandare al giorno seguente, sennò al primo momento buono per entrambi

Squilibrato (a cui fino a quel momento era piaciuto appellarmi “gioia”) inizia a insultrami pesantemente

gli insulti partivano dal fatto che mentre lo rimbalzavo, e dopo averlo rimbalzato, quel pomeriggio mi ero nuovamente connessa su tinder (effettivamente nel frattempo avevo risposto ad un paio di saluti)

lui, nonostante gli avessi detto che non potevo incontrarlo quella sera neanche per un caffè veloce, aveva insistito, pure troppo, e avevo smesso di rispondergli, quindi si incazza (1°-3° screenshot)…ma poi torna gentile improvvisamente due ore dopo (4° screenshot), ma poi di nuovo si incazza, al solito vede che mi connetto su tinder e se ne esce fuori di testa (5° screenshot)

WTF?

 

FullSizeRender (4)            FullSizeRender (3)            FullSizeRender (2)

FullSizeRender (5)            FullSizeRender (6)

 

Non avrei postato la conversazione

così di pancia gli avrei lasciato l’esclusiva in quanto a cattivo gusto

ma poi insomma

questo (anche se non dirò nulla di lui) non è l’ultimo dei disperati

sembra una persona rispettabile dalle foto, vanta un lavoro da gentleman (nel senso che lui stesso di fronte a certe mie perplessità, a dimostrazione del fatto che fosse un bravo ragazzo, portava l’argomento -professione-)

forse un po’ se lo merita di veder spiattellato il suo Squilibrio

 

ad ogni modo

di fronte allo Squilibrio (e non sto parlando dei pazienti psichiatrici) sono convinta che l’unico atteggiamento che abbia senso adottare sia una rigida compostezza

quindi non commento, posto semplicemente la conversazione

e a chi legge lascio libera interpretazione

qua c’è da spaziare

perché si tratta di piccole (e poi grandi) follie umane

 

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=etmSWkeRYbk&w=560&h=315]