Tinder & Co: CAUTELA e poi C8

Si è rifatta viva una mia vecchia conoscenza di tinder, un tipo un po’ strano che avevo lasciato da parte.
Ci eravamo incontrati solo una volta per un caffè al volo.

Tutto sommato la prima impressione era stata molto positiva, d’altra parte lui molto sinceramente aveva dichiarato fin da subito che il suo interesse nei miei confronti si limitava al sesso, anche se questo per lui non equivaleva ad un interesse superficiale, anzi sembrava quasi ossessionato da me, un po’ come il principe o io col principe. Io però reduce dall’esperienza appunto col principe avevo deciso che non era il caso di imbarcarmi di nuovo in una pseudo relazione di sesso, senza l’ombra di passione. Quindi avevo deciso di non rivederlo, anche se lui appunto aveva insistito parecchio.

 

Poi ecco qualche giorno fa su wapp:

 

“ciao!come stai?”

 

vi risparmio tutto lo scambio e ve lo riassumo:

 

io: ciao sto bene, e tu? frequento uno

 

lui: bene, grazie, anch’io mi sono fidanzato però mi piacerebbe concludere quel discorso lasciato in sospeso con te

 

io: no grazie (per me non era in sospeso)

 

insistenze da parte sua

 

che palle da parte mia

 

io: ciao buonanotte

 

lui :ciao buonanotte

 

Insomma un altro sex addicted, non dico a caso addicted, perché il concetto di dipendenza ci sta tutto. È come la droga per qualcuno, il cibo per altri, o masterchef per altri ancora, o altre manie di vario genere quando superano un certo limite, cioè la relazione con un oggetto/una persona/una pratica che oscilla continuamente dal desiderio al rifiuto.

 

Non solo lui comunque si è fatto rivivo, ogni tanto c’è qualche tinder-contatto che mi scrive.

Strano penso, chissà cosa cercano, certo ok magari sesso, però che strano che ritirino fuori il mio numero quando possono attingere ad una lista infinita in rete di persone ben predisposte a riguardo. Sì certo ovvio anche il nostro cervello segue il calcolo di un preciso algoritmo nel funzionamento del nostro motore (interiore) di ricerca. Cioè ok tutte le possibilità del mondo moderno, ma poi noi rimaniamo più o meno gli stessi, e funzioniamo per alcune cose tutti nello stesso modo (sono cose davvero universali nel tempo e nello spazio)

 

Nella mia vita, come raccontavo fino a qualche post fa, è entrato C8.

Ecco avevo lasciato un attimo in sospeso il discorso per via di tutta una serie di impegni che mi hanno fatto rimandare il momento in cui mi siedo e faccio il punto della situazione.

 

 

E’ importante questo momento, quello del punto della situazione, è importante per molte cose della propria vita che occorre monitorare: fare il punto della situazione serve a tenere sotto controllo le proprie dipendenze.

 

 

Quindi dopo questo ti racconterò caro lettore anche l’ultima puntata su C8…

 

Prima vorrei però tornare sul fissato con me di cui qualche riga sopra.

 

Ecco perché da quando ho iniziato a scrivere questo articolo è passato un po’ di tempo, tipo MESI, e proprio stasera mi ha scritto di nuovo, e allora ho provato con qualche messaggio vocale, per fargli capire il concetto che, a prescindere dalla mia situazione sentimentale, con lui il capitolo lo considero chiuso, aperto giusto per quel caffe tempo fa: 15 minuti di caffè un anno e mezzo fa.

 

Stasera:

 

“che fai?”

 

-sono fuori con amici-

 

-sei fidanzata?-

 

-sì-

 

 

 

 

Fare il punto della situazione: forse è arrivato il momento anche con C8, e siccome gli avevo promesso un ultimo post su di lui, mi sembra sia di una certa urgenza. Poi chissà se lui se lo leggerà per davvero, ormai è un po’ che ci frequentiamo e forse alcune cose iniziano a darsi per scontate.

 

Potrei raccontare di come si evolve il nostro rapporto, tipo: stiamo assieme per davvero? Uso ancora tinder? Sono innamorata di lui?

 

Oppure non farlo, non raccontare, non rielaborare, e invece vivermi questo piccolo miracolo finché il destino lo concederà, sapendo però, fin da subito e per sempre, di custodire protette le conseguenze di questo (piccolo ma insieme grande) nostro amore.

 

Io per un sacco di tempo ho avuto la fissa di farmi un tatuaggio, e non uno a caso: volevo tatuarmi un punto di domanda (caro lettore ti risparmio il pippone sul perché), poi però non l’ho mai fatto, forse perché poi quel punto interrogativo la sua domanda l’ha trovata.

 

 

Email this to someoneShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Categorie: C8

10 commenti

  • sara

    E’ bello sapere che qualcuno riesce a costruire qualcosa su Tinder. Io lo uso da più di un anno, sono entrata per provare, non sapevo esattamente cosa cercavo… due caffè e due mini frequentazioni. L’ultima conclusasi perché il soggetto in questione, a mia insaputa, ha continuato a usare l’app (di nascosto) e ha conosciuto qualcuno di più interessante di me evidentemente (ovviamente senza farmelo sapere, ho dovuto scoprirlo da sola). E’ questo che mi spaventa di questo modo di conoscere le persone, non siamo a “uomini e donne”, non si possono frequentare più persone e poi scegliere quella che ci aggrada di più.. O semplicemente non era la persona gradevole e corretta che pensavo di aver conosciuto.
    Saluti 😉

    • Serena

      Effettivamente ogni volta che guardo Ste mi sento fortunata <3
      ti auguro di conoscere persone che valga la pena frequentare fosse anche solo per due chiacchiere e un caffè. D'altra parte non può essere sempre così, anzi le persone molto spesso si deludono a vicenda, a volte pure si soffre e si fa sofrire. Ma una cosa rimane: ogni volta può essere l'occasione per capire qualcosa di sé (e -conosci te stesso- è forse l'unico senso della vita)

        • Serena

          .. E se ti capita qualche aneddoto degno di nota (e se hai voglia) scrivimelo che lo pubblichiamo ! Ti mando un bacio grande

  • Miriam

    Io ho tinder, ma non riesco a essere spontanea come vorrei… Ho una paura matta di risultare inadatta o stupida nel momento dell’incontro. Però sono contenta che qualcuno su tinder riesca a trovare qualcuno con cui costruisce, temporaneamente o no, qualcosa di serio!

    • Serena

      Potrei dirti che sbagli a sentirti inadatta o stupida (addirittura?), ma in realtà ho sempre diffidato di chi si sente invece solo adeguato e intelligente. Anzi ti dirò di più, la vita mi ha dato conferme solo quando pensavo (anzi avrei giurato) non sarebbero arrivate…con conseguente sorpresa e grande soddisfazione

  • iome

    oh
    avevo scaricato tinder per trovare te e non t’ho mai trovata
    l’altra sera nella fretta di cuore x cuore x cuore x mica sei comparsa e t’ho messo la x
    non ci siamo….
    🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share This