Tinder e l’esperienza di Swee’ Pea

Passano gli anni ma sembra che l’interesse per Tinder o le app di dating online più in generale non si esaurisca.

Ho ricevuto di recente il contributo di un lettore che si è cimentato scrittore di questo blog. È il primo capitolo di una serie, o almeno così promette. Mettersi a scrivere è sempre faticoso. Seguire la vena creativa non è mai semplice perché l’ispirazione ti tocca per un attimo e poi ti abbandona, e non sai mai se prima o poi tornerà.
“Trent’anni compiuti da poco, un matrimonio appena naufragato e il desiderio di voltare pagina in fretta (forse troppo).

Un gruppo di amici troppo vicino alla mia ex moglie, nuove persone da incontrare e con cui instaurare rapporti di amicizia e complicità. Anche noi maschi alfa in età adulta ricerchiamo amici del cuore, come quando all’oratorio da ragazzini si cercava disperatamente il “socio” del calcio balilla!! (mai incontrati in vita mia due amici del “cuore” entrambi attaccanti o portieri!)

Divago, come al solito divago!

Lo scopo di questo scritto è, e deve rimanere, quello di raccontarti il mio approccio al social amoroso. E sì chiamiamolo così…perchè 10 anni fa, se aprivi internet, andavi su google e digitavi “siti di incontri” non trovavi esattamente i vari Tinder, Badoo, Adotta un ragazzo o Ok cupid, ma una serie di vetrine sessuali a pagamento (Per i più attempati potremmo definirlo un Viale Zara 2.0).

Ora le cose vanno diversamente.

Primo Step
Scremare accuratamente i siti di incontri sessuali (a pagamento) dai siti di incontri dove lo scopo sessuale non è poi così esplicitamente dichiarato e dove domanda e offerta corrispondono a due persone reali o presunte tali.

Secondo Step
Scremare i siti gratuiti da quelli a pagamento (se devi pagare esiste sempre l’altra tipologia di sito di incontro!)

Terzo Step
Armarsi della pazienza necessaria a compilare un profilo, il più veritiero possibile o, quanto meno, corrispondente per almeno ad un 15% alla verità, e rispolverare dal tuo pc la miglior foto che unisca insieme sex appeal e affidabilità.

Sono pronto per Tinder!…imposto i filtri classici sull’età e la collocazione geografica e via si parte!

Finalmente nel virtuale con un solo obiettivo: riempire il weekend di appuntamenti e nuove flirt nati dalle parole, attentamente selezionate, e sfiorate sui tasti di una tastiera nelle condizioni più impresentabili.

Ecco! ci siamo, individuo una decina di profili interessanti e si parte, i sassolini sono lanciati, è ora di aspettare pazientemente e sperare di raccogliere i frutti del mio “lavoro” (difficilmente avrete risposte immediate, fatevene una ragione, l’attesa aumenta la passione).

Carla……to be continued!”

Swee’ Pea

Categorie: Lettori/Scrittori, Tinder

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *