Tinder Vs Instagram

Si stanno facendo la doccia dopo l’allenamento in palestra e nel frattempo chiacchierano del più e del meno, vociando oltre il rumore dell’acqua che scorre.

Parlano di ragazzi e incontri, di un incontro in particolare, andato male a una delle due.

“no alla fine ZERO”

“guarda sono sconvolta, da come mi avevi parlato tu, sembrava tutto TOP”

“se sei sconvolta tu, pensa io…ero davvero convinta che fosse come me l’ero immaginato, un figo pazzesco… e invece… ma non è che sono delusa, sono proprio incazzata, gli spaccherei la faccia guarda”

“e va be esagera, poveretto lui che c’entra, sei tu che evidentemente avevi guardato male le foto, o comunque devi sempre mettere in conto che non è detto che se ti sembra un figo pazzesco in foto poi lo sia per davvero”

“ma no, avevo proprio guardato bene, anche nelle foto più bruttine rimaneva un figo pazzesco”

“va be ma alla fine? Come è andata?”

“ho ordinato un mojito, l’ho bevuto il più veloce possibile e sono scappata, ero davvero incazzata guarda”

“però anche tu, almeno aspetta un po’ prima di scrivere a uno su Instagram… Cioè lascia passare almeno un mese, e nel frattempo curi il suo profilo… Per esempio magari posta una foto del cazzo ma poi la cancella, se tu lo curi lo sgami, se non curi il profilo non te ne accorgi e ti sembra tutto ora quel che luccica”

“senti ascolta quando incontri un figo pazzesco, cioè quando lo trovi su Instagram, te ne accorgi, senti qualcosa, mi sono fidata del mio istinto e gli ho scritto”

“ma si ho capito so cosa vuoi dire, sono d’accordo, solo devi essere meno impulsiva, sennò a questo punto scaricati TINDER…”

“tu sei fuori, mai nella vita! Tinder?!”

“infatti! Mai nella vita… È proprio da sfigati, cioè su Instagram è diverso. Su tinder sono lì tutti SOLO PER QUELLO”

“infatti su Instagram se scrivi a uno sconosciuto è DIVERSO, non è che passi per zoccola”

“infatti, il problema è quando ti prendono per zoccola”

“infatti…il finto figo pazzesco probabilmente mi aveva preso per zoccola… Ti pare che una come me può andare con uno così??”

“guarda tesoro mi dispiace per questa brutta avventura, davvero, sono cose che ti segnano, perché poi fai fatica a fidarti ancora…”

“infatti hai ragione, ci metterò un po’…”

“prenditi una pausa, pensa ad altro e prima di scrivere a qualcuno CURA IL PROFILO”

“senti… Ieri ho scritto a uno, guarda un FIGO PAZZESCO, ma ora ho paura di sbagliarmi, così in basso non ero mai caduta prima”

Io ho quasi finito di rivestirmi ma non posso evitare di ascoltarmi lo scambio. Appena finito prendo la porta e me ne vado: non avrò mai l’occasione di dare un volto a queste voci, peccato.

La morale è sempre la stessa:

“Deficere est iuris gentium”

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *